ALZIAMO LO SGUARDO VERSO QUELLA “GRANDE LUCE” CHE VIENE DALLA GROTTA

Un altro Natale vissuto nel disorientamento e nella paura. La giusta preoccupazione per l’imprevista velocità con cui si diffonde il virus, ma anche per la devastante presenza di altre patologie, anche più gravi, ha offuscato quel clima gioioso, solitamente legato al Natale, per dare spazio a tristezza e scoraggiamento. 

In questo momento di buio per tutta l’umanità, penso anche alla nostra piccola comunità, duramente provata, e a tutti gli ammalati, che lottano coraggiosamente, nella speranza di poter vedere un po’ di “Luce” e l’atteso ritorno alla normalità. 

Il profeta Isaia annuncia: “Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce” (Is 9,1). Gesù è la “GRANDE LUCE” che può dissipare le nostre tenebre.

Mettiamoci, allora, in preghiera e fiduciosi davanti a quella povera Grotta, per invocare la Benedizione del Bambino Gesù, venuto nel mondo per curare le ferite di tutta l’umanità e, con le Braccia stese sulla Croce, far sentire il suo abbraccio d’Amore a chi vive nell’angoscia e nella disperazione, a causa delle dure prove della vita.

A tutti voi, amici virtuali, compaesani e fedeli, l’augurio di un sereno Santo Natale di Pace. dg

img_4088-copia

Lascia un Commento