una domenica straordinaria

Riceviamo e pubblichiamo volentieri una riflessione di RITA SCORZO sulla giornata di domenica 14 ottobre, ricca di eventi per la nostra comunità:

di Rita Scorzo
Ieri in una domenica dal cielo plumbeo, si è svolta una giornata piena di entusiasmo, di amore. Al mattino durante la Santa Messa delle ore 11.00, celebratasi nella chiesa madre del Rifugio, è stato dato il mandato al  gruppo dei catechisti arricchito di persone nuove, il nostro Sacerdote ha sottolineato con veemenza che queste persone non fanno altro che portare la loro singola esperienza di conversione alla fede cristiana, per far si che i ragazzi crescano dignitosamente, imparando a conoscere ed amare Gesù e il prossimo.

Nel tardo pomeriggio, aspettando l’arrivo della statua del Cuore di Gesù, la gente si è attorniata intorno ad essa per non perdere dal loro sguardo ogni gesto nello scoprimento di quel corpo e di quel volto strabiliante di Gesù, tutti a dire “è Bellissimo”, l’emozione è stata forte in tutti e anche nei coniugi Colloca donatori di questa Statua alla nostra Chiesa. C’era anche chi scattava una fotografia per portare con sé il ricordo di essa. I bimbi presenti erano stupiti e tremanti nel vedere tanta beltà. Durante la S. Messa del pomeriggio, celebrata straordinariamente in occasione di questo avvenimento di alto valore storico ed ecclesiastico del nostro Paese, Don Ermanno ha sottolineato il fatto che il nostro sacerdote ha da sempre nutrito il desiderio di avere una statua del Cuore di Gesù, visto che la Chiesa è da sempre intitolata al Sacro Cuore di Gesù, e ha fatto notare che don Giacomo ha voluto lui quel volto dal bel colore roseo, così anche il mantello rosso e quel dito rivolto al Sacro Cuore, proprio per farci capire che Gesù è  vicino ad ognuno di noi. Nella speranza che ci sia un avvicinamento numeroso  in questa laboriosa vigna di Gesù.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento